SCUOLA PRIMARIA

Educhiamo i vostri figli per il loro sviluppo fisico e mentale

e per essere felici e di successo nelle loro vite future

PERCORSO DIDATTICO

Fascicolo informativo primaria 2020

La SCUOLA PRIMARIA SAN PIETRO offre l’opportunità di sviluppare le dimensioni cognitive, emotive, affettive, sociali, corporee, etiche e religiose, e di acquisire i saperi irrinunciabili. Attraverso gli alfabeti caratteristici di ciascuna disciplina, permette di esercitare differenti stili cognitivi, ponendo così le premesse per lo sviluppo del pensiero riflessivo e critico. Per questa via si formano cittadini consapevoli e responsabili a tutti i livelli, da quello locale a quello europeo. La padronanza degli strumenti culturali di base è importante: più solide saranno le capacità acquisite, maggiori saranno le probabilità di inclusione sociale e culturale attraverso il sistema dell’istruzione.

 

ORARIO SCOLASTICO

L’orario scolastico (delibera del Consiglio d’Istituto del 20 giugno 2018) è il seguente:

8.05/8.15 entrata
8.15/10.15 lezioni
10.15/10.30 intervallo
10.30/12.30 lezioni
12.30/13.15 mensa
13.15/14.00 ricreazione
14.00/16.00 lezioni

IL PERCORSO INGLESE VEICOLARE

Introduce fin dalla prima classe l’insegnamento della lingua inglese come strumento vivo ed efficace nella comunicazione: diventa, appunto, “veicolo” comunicativo. 

Prevede l’utilizzo della lingua inglese come tramite, mezzo, strumento, nell’apprendimento di alcune materie curricolari. 

In concreto, alle ore curricolari di inglese, vengono aggiunte tre ore settimanali in inglese così suddivise: l’insegnamento di arte e immagine (Art work), di scienze (Natural sciences), di geografia (Geography).

METODOLOGIA

COOPERATIVE LEARNING
E’ una modalità di apprendimento centrata sul bambino, in cui gli alunni lavorano insieme in piccoli gruppi, il più possibile eterogenei, caratterizzati da una forte interdipendenza positiva tra i membri.
Ogni alunno mette a disposizione del gruppo il proprio sapere e le sue competenze per raggiungere obiettivi comuni, cercando di migliorare reciprocamente il proprio apprendimento. 
L’insegnante nel Cooperative Learning perde il ruolo di dispensatore di conoscenza e diventa un facilitatore che propone e organizza l’attività, gestisce i gruppi con adeguate tecniche di conduzione della classe, valuta e verifica i risultati dell’apprendimento.
TUTTI GLI INSEGNANTI SONO FORMATI E OPERANO NELLA PRASSI QUOTIDIANA SECONDO LA LOGICA DEL COOPERATIVE LEARNING

METODO ANALOGICO
Il metodo analogico pone l’attenzione alle immagini interne della mente che lavora in modo intuitivo, per analogie, appunto.
L’obiettivo principale è che i bambini conoscano i numeri ed eseguano i primi calcoli senza preoccuparsi di sapere che cosa sono i numeri e senza bisogno di conoscere il significato delle operazioni aritmetiche.
Il metodo analogico valorizza le capacità intuitive dei bambini.
Lo strumento per imboccare la strada maestra è la linea del 20 che si può usare immediatamente e consente di operare conteggi, addizioni e sottrazioni, che prima di essere algoritmi sono azioni della vita quotidiana. 
TUTTI GLI INSEGNANTI SONO FORMATI E OPERANO NELLA PRASSI QUOTIDIANA SECONDO LA LOGICA DEL METODO ANALOGICO


DIDATTICA DIGITALE
Le tecnologie entrano in classe e supportano la didattica, studenti e docenti interagiscano con modalità didattiche costruttive e cooperative attraverso APP da sfruttare come ambienti o strumenti di apprendimento superando l’impostazione frontale della lezione e favorendo una didattica meno trasmissiva e più operativa.

I SERVIZI

Prescuola (tutti i giorni dalle ore 07.30)

Il pre-scuola è un momento di accoglienza e assistenza del bambino prima dell’inizio delle lezioni.

Postscuola (tutti i giorni fino alle ore 17.30)

Il post-scuola è il momento della merenda dove vengono favorite attività di studio in autonomia e svago, svolte negli spazi interni ed esterni della scuola.

Assistenza mensa e postmensa

Gli intervalli, il momento del pranzo e le attività del postmensa sono considerati momenti educativi per cui la scuola garantisce la presenza dei docenti adottando tutte le misure necessarie a garantire la sicurezza degli alunni.

PROPOSTE ESTIVE

Scuola estiva

Si attuano attività ludiche, espressive, motorie, musicali attraverso giochi e laboratori e per continuare ad apprendere, imparare, imparare a stare insieme agli altri e a lavorare con loro in un clima divertente e rilassante.

English Summer Camp

Due settimane in cui si parla solo inglese con la guida di teachers madrelingua preparati e selezionati che seguono gruppi ristretti per tutto l’arco della giornata alternando attività ricreative, sportive e didattiche. L’esperienza del viaggio all’estero ”senza valigia”, attraverso un metodo coinvolgente e divertente: giochi, teatro, gare, canzoni, sport, attività ricreative. Si impara la lingua senza studio né compiti, con un programma  giornaliero, dettagliato e mirato, che concilia in modo  equilibrato le varie attività proposte tutte in lingua inglese.

Extrascuola

Dalle 16,30 alle 17,30 in diversi giorni della settimana, vengono proposti corsi di sport vari, a pagamento, rivolti in particolare ai frequentanti la scuola. Sono aperti anche agli esterni.

RAPPORTI SCUOLA - FAMIGLIA

“L’azione della scuola si esplica attraverso la collaborazione con la famiglia (art. 30 Costituzione italiana), nel reciproco rispetto dei diversi ruoli e ambiti educativi nonché con le altre formazioni sociali ove si svolge la personalità di ciascuno (art. 2).” 

(Indicazioni, 2012).

La scuola riconosce la famiglia come prima agenzia educativa, pertanto promuove il suo coinvolgimento sia sotto l’aspetto formativo sia sotto quello partecipativo. 

Gli incontri che la scuola offre alla famiglia hanno lo scopo di promuovere la comunicazione e la collaborazione per una migliore conoscenza del bambino, di raccogliere gli elementi utili per una più adeguata valutazione della sua personalità e di individuare insieme le vie per una solida formazione.

Colloquio d’iscrizione

Il momento dell’iscrizione alla scuola è la prima occasione in cui la famiglia incontra la scuola. Per questo è offerta a tutte le famiglie l’opportunità di un colloquio con il dirigente per permette una significativa conoscenza reciproca. 

Riunioni di classe

Le assemblee di classe quadrimestrali mirano alla presentazione e alla verifica della programmazione o all’affronto di tematiche specifiche. 

Colloqui Docenti– Genitori

Sono momenti in cui, nel corso dell’anno o per esigenze particolari, genitori e insegnanti verificano il cammino del bambino, il livello raggiunto nell’apprendimento e si confrontano ed aiutano nel rispettivo compito. In ogni momento in cui ce ne fosse richiesta o necessità, i docenti ricevono i genitori su appuntamento, previa comunicazione sul diario. Ogni insegnante ha un orario settimanale di ricevimento.

Diario dell’alunno

La Scuola il primo giorno delle lezioni consegna all’alunno il dario che viene utilizzato come agenda giornaliera per:

  • l’assegnazione dei compiti,
  • comunicare alla famiglia gli avvisi scolastici,
  • i voti conseguiti dall’allievo,
  • le comunicazioni personali tra scuola e famiglia.

Gli Organi Collegiali

Sono organismi di governo e di gestione delle attività scolastiche. Sono composti da rappresentanti delle varie componenti interessate. Gli incontri collegiali, che non coincidono mai con l’orario scolastico, costituiscono lo strumento privilegiato per promuovere una condivisione critica e corresponsabile delle scelte della scuola.

Rappresentanza dei Genitori

I Rappresentanti di classe dei genitori sono eletti, previa candidatura, all’inizio dell’anno scolastico e rimangono in carica tutto l’anno. Hanno il compito di essere punto di riferimento per i genitori della propria classe e di fare da mediatori tra scuola e famiglia per tutte le questioni di carattere generale. Dopo l’elezione i rappresentanti eletti si incontrano periodicamente con gli insegnanti di classe al termine dei Consigli di interclasse svolti in itinere.

Consiglio d’Istituto

Il Consiglio di Istituto è costituito dai seguenti rappresentanti:

6 del personale docente,
1 del personale amministrativo, tecnico e ausiliario,
6 dei genitori degli alunni, tra cui viene eletto il presidente
il dirigente scolastico
il gestore (o suo rappresentante).
Il Consiglio d’Istituto resta in carica tre anni.

Collegio Docenti

È composto dal Dirigente scolastico, che lo presiede e dal personale insegnante in servizio nella Scuola. Si insedia all’inizio di ogni anno scolastico e si riunisce ogni qualvolta se ne ravvisino la necessità oppure quando almeno un terzo dei docenti ne faccia richiesta.

Consiglio d’Interclasse

È composto dal Dirigente scolastico, che lo presiede, e dai docenti della scuola Primaria delle due sezioni di ogni classe. Si riunisce ogni qualvolta se ne ravvisi la necessità e alla fine di ogni quadrimestre per verificare il percorso formativo delle classi in generale e di ogni bambino in particolare.”

GLI INSEGNANTI

Insegnanti di classe

  • Michela Pezzotta  I A
  • Claudia Corbetta II A
  • Anna Moscatelli II B
  • Sara Tagliabue III B
  • Laura Baio III A
  • Brenna Chiara IV A
  • Petra Busnelli IV B
  • Alessandra Mogicato V A

Insegnanti specialisti

  • Tiziana Ingrosso inglese/Inglese veicolare
  • Maura Polonia inglese/Inglese veicolare
  • Beatrice Pozzi inglese/Inglese veicolare
  • Barbara Sala motoria
  • Daniele Mottadelli musica
  • Giselle Colombo religione

Insegnanti di sostegno

  • Grazia Daloiso
  • Corinne Carpinteri
  • Laura Crippa

 

CRITERI FORMAZIONE CLASSI

CRITERI di accesso e di priorità nell’accogliere le domande di iscrizione alla Scuola Primaria.

  1. Alunni frequentanti la nostra Scuola dell’Infanzia (in regola col pagamento della retta).
  2. Alunni frequentanti la Scuola dell’Infanzia B. V. Immacolata di Baruccana di Seveso.
  3. Alunni che hanno fratelli/sorelle già frequentanti.
  4. Residenti nel Comune di Seveso e di Meda.
  5. Alunni diversamente abili.

Criteri formazione classe Prima primaria

  • Risultati del questionario osservativo IPDA atto a valutare i pre- requisiti in entrata.
  • Osservazione durante il progetto “Classi aperte” della prima settimana di settembre.
  • Presenza situazioni di disabilità certificata.
  • Rapporto numerico maschi/femmine.
  • Indicazioni delle insegnanti dell’Infanzia sugli abbinamenti.
  • Valutazioni Progetto Continuità Infanzia- Primaria.